Plants and culture - Centro Universitario Europeo per i Beni Culturali

Piante e Cultura: semi del patrimonio culturale d'Europa

Plants and culture: seeds of the cultural heritage of Europe

 


Il Centro, organizzato in forma associativa tra Enti istituzionali, centri di cultura ed enti formativi è riconosciuto giuridicamente con decreto del Presidente della Repubblica Italiana, ed opera in rapporto con il Consiglio d’Europa, la Commissione Europea, l’UNESCO, l’ICCROM ed altre prestigiose Organizzazioni internazionali. Unico nel suo genere, è centro di eccellenza per la specializzazione scientifica e professionale dei laureati nel settore dei beni culturali.

The Centre is an association whose members are Institutional Bodies, cultural centres and training organisations. It has been legally recognised through a decree of the President of the Italian Republic, and co-operates with the Council of Europe, the European Commission, UNESCO, ICCROM, and other prestigious international organisations, for which it plays a unique role as a centre for excellence for the scientific and professional specialisation of graduates in the field of cultural heritage.

 


Centro Universitario Europeo per i Beni Culturali

Ravello, Villa Rufolo: the gardens

  Nella sua attività il Centro segue il principio dell’unità della cultura, riaffermato in un importante congresso di studiosi all’inizio della sua attività: l’esprit de Ravello. Esso viene realizzato attraverso il metodo della interdisciplinarità, che riconduce a tutti i rami del sapere
La ricerca è promossa e svolta direttamente; ma rilevante è l’apporto dei ricercatori esterni: intensi perciò sono gli incontri seminariali di confronto e valutazione dei risultati,
I corsi di formazione sono riservati a un numero limitato di persone accuratamente selezionate. Essi si svolgono in scuole permanenti o in corsi speciali.
Non mancano corsi più lunghi e masters di durata annuale, secondo un modulo che, accanto alle lezioni presso il Centro, prevede periodi di ricerca e sperimentazione nei Paesi di provenienza.
Frequente sono i convegni di divulgazione.
Alla formazione di natura universitaria si accompagna quella professionale, che consente di applicare concretamente le conoscenze. Gli interventi sul territorio pongono il Centro all’immediato servizio delle comunità. Particolarmente rilevanti: il censimento e recupero degli antichi mestieri, le indagini sulle possibilità di sviluppo.
 Non sono rare le attività dimostrative sul terreno, come negli scavi eseguiti a Palinuro e a Paestum o nelle ricerche sulle stratificazioni edilizie nella Villa Rufolo.
Molte diecine di volumi - pubblicati in un’apposita collana editoriale - raccolgono gli Atti degli incontri e dei corsi. In particolare il Centro ha curato la pubblicazione “The archaeology of crop fields and gardens”
La newsletter Ravello news on line diffonde informazioni su ciò che il Centro realizza.

Ravello, Villa Cimbrone: the gardens

  In its activity the Centre follows the unity of culture principle, reasserted at a major congress of scholars held in the early of its activity and commonly referred to as the Spirit of Ravello. The principle is implemented through the inter-disciplinary method which connects all branches of knowledge. Research, directly promoted and carried out, albeit with substantial support from external researchers. Workshops are organised to compare and evaluate results.
Training courses are addressed to a limited number of carefully selected people. There are some regular courses or special courses. There are some courses of a longer duration and some annual modular master's degrees which also include periods of research and experimentation in the countries of origin.
Many meetings to disseminate information and know-how are also held.
University-type education is combined with professional education, to ensure that the knowledge acquired is applied concretely at a later stage.
The Centre also renders its services to the community through actions in the field, e.g. monitoring demand for enjoyment of cultural heritage; undertaking activities for recording and recovery of old crafts, surveying development opportunities in cultural vocational areas; participating in local development plans.
Some activities are also performed in the field (excavations carried out in Palinuro and Paestum or researches on the building stratification at Villa Rufolo).
Proceedings of the meetings and courses are included in many volumes, which have been published in a specific series. Among the others., the Centre published the volume “The archaeology of crop fields and gardens”.

The newsletter Ravello news on line disseminates information on the activities performed by the Centre.

Unit Coordinator: Jean-Paul Morel

Centro Universitario Europeo per i Beni Culturali
AddressVilla Rufolo 84010 RAVELLO
Telephone+39 089857669
Web www.univeur.org
Emailuniveur@univeur.org
   

 


 

descrizione della immagine   descrizione della immagine  
Site Map   Credits   W3C - WAI - CSS